GO UP
Image Alt

Cosa mangiare a Mykonos

Cosa mangiare a Mykonos

Cominciamo subito col dire che nella cucina di Mykonos olio extra vergine d’oliva (tra i migliori mai assaggiati), verdure, origano, aglio, basilico e tutti gli altri ingredienti della dieta mediterranea la fanno da padrone. Idem anche con il pesce, rigorosamente freschissimo. Nei ristoranti di Chora abbondano grigliate e fritture di pesce come solo nella migliore tradizione mediterranea. Da evitare in generale la ‘pizza’ potreste provare per colazione o come spuntino in generale lo spanaco-tiro-pita (rustico con spinaci e formaggio) o spanacopita (senza formaggio) e altre pite che trovate un po’ ovunque sia venduto cibo della tradizione. Quando vi capita chiedete sempre di portarvi delle olive (in Grecia ne esistono centinaia di tipi, uno migliore dell’altro) e le insalate…Le insalate greche, provate tutte quelle che vi propongono, sono eccellenti.
Oltre alla tradizionale feta, il formaggio locale, poi, è una vera e propria eccellenza: stiamo parlando del kopanisti, formaggio di latte misto (pecora, vacca, capra) dal gusto deciso e piccante. Viene prodotto anche sulle altre isole dell’arcipelago delle Cicladi anche se, a giudizio quasi unanime, quello di Mykonos è il più buono di tutti.
Le cose cambiano un po’ con la carne, dove è più forte l’influenza turca anche se il livello dei piatti rimane assolutamente eccelso: da provare l’agnello al forno (kleftiko) e alla brace (souvlaki), senza dimenticare il mitico gyros (simile al kebab che troviamo in Italia, ma quasi sempre di maiale), accompagnato da pita, il pane tondo e schiacciato molto diffuso in Grecia e in tutto il Medioriente, tsatsiki e patatine fritte (nel panino). Quanto al vino (krassi), per lo più da evitare salvo alcune eccezioni provenienti dalla vicina isola di Creta, loro preferiscono la retsina, che è una sorta di vino aromatizzato con resina di pino d’Aleppo – ingrediente che lo rende così celebre- aggiunta al mosto. Questo vino è antichissimo, si pensi che si sono trovate tracce di resina in vecchissime anfore ateniesi. Il suo sapore è aspro e marcato, nonostante sia un vino leggero e rinfrescante che può essere usato anche come aperitivo. Per chi preferisce vini dal sapore meno aspro e resinato, c’è il Kokkino krassì (rosso e dolce) Kokkineli krassì (rosato e secco), ma scordatevi i vini a cui l’Italia ci ha abituato. Le birre greche (tantissime diverse) saranno invece una sorpresa. Gli abitanti dell’isola di Mykonos, come tanti greci in generale, prima e durante pranzi e cene a base di pesce bevono con altrettanto gusto il più tradizionale Ouzo, liquore simile alla sambuca, con o senza anice, da diluire con acqua e ghiaccio. Dopo mangiato potrete assaggiare molti tipi di Tsipouro e Raki (simili alle nostre grappe) o, se lo trovate, il cretano Tsipoudià (una grappa molto delicata). C’è poi il Metaxa, un brandy greco, rinomato per il suo sapore e la sua alta qualità. È realizzato mediante l’unione di tre tipi di uva diverse: uva di Corinthe, Sultanina e Savatiano e l’aggiunta di uva moscato insieme a piante aromatiche. Durante la fermentazione i vini vengono tenuti in barili in legno di quercia e a seconda della durata del processo, gli vengono attribuiti un certo numero di stelle: 3, 5 o 7, corrispondenti agli anni della durata della fermentazione.
Come digestivo da provare assolutamente il Mastika, liquore greco aromatizzato al mastice, resina ottenuta dal lentisco che cresce esclusivamente nell’ isola di Chios, il citrus di Naxos, il koum-quat, la cosidetta “arancia dorata” di Corfu e la Tentura di Patrasso, un distillato di cannela e di chiodi di garofano, che la sua origine risale, secondo la tradizione, al quindicesimo secolo. Il liquore viene utilizzato soprattutto come digestivo, servito freddo o con del ghiaccio, viene impiegato anche per condire macedonie o per affogare il gelato.
Naturalmente essendo una località turistica a vocazione cosmopolita a Mykonos la cucina è internazionale. Insomma, si mangia e, soprattutto, si beve di tutto in ossequio a quello spirito dionisiaco che ha fatto le fortune economiche dell’isola. Perciò, mangiate di gusto, bevete e divertitevi.

Clicca QUI per prenotare le migliori stanze e i migliori appartamenti di Mykonos. Se avete già deciso dove alloggiare a Mykonos e avete in mente di farvi una vacanza tutta sole, nuotate e relax, potete iniziare tranquillamente a organizzare un planning delle vostre giornate in spiaggia in modo da prendere il sole da tutte le angolazioni possibili. Guarda anche l’elenco delle migliori spiagge a Mykonos e, se non hai affittato un mezzo privato, leggi come funzionano gli autobus di Mykonos. Se stai ancora decidendo se trascorrere le tue vacanze a Mykonos guarda tutte le cose che potresti fare in questa fantastica isola.